To Promo with Love. Gli sponsor a 16/9 nel film di Woody Allen.

Devo premettere che io non sarei l’uomo che sono, se non amassi Woody Allen.
E ora, via col post.

Le tre di notte, pressappoco.
Woody si sveglia nel suo letto, tutto sudato. Ha il fiatone. Cerca nervosamente gli occhiali sul comodino allungando la mano tremante ed eccitata. Li trova, li inforca. Si alza di scatto dal letto, facendo roteare le coperte. Accende la luce ed esclama: “Ho trovato!”

Woody Allen, da anni ormai, è un turista che cerca di godersi le bellezze del mondo.
È una prassi del tutto comune, tra i pensionati.
Prima Venezia. Poi Barcellona. Poi Londra. Poi Parigi. Infine, non poteva mancare Roma.
Ma come fare a visitare tutte queste costose città senza spendere un dollaro, o quasi? C’è da perderci il sonno!

Ed ecco la trovata, una di quelle idee che ti fa sobbalzare nel letto come una bomba: girare.
“Per girare una città, prima gira un film!” (Detto cinese di epoca medievale)

Per Woody, scrivere una sceneggiatura un minimo briosa è come aprire la posta su un iPad per chiunque: bastano due tocchi ed il grosso è fatto.
Poi gli basta ambientare la storia in una città europea romantica, andarci a fare le riprese e fare il turista, spesato dalla produzione.
Solo che dopo qualche anno (vuoi la crisi, vuoi le sale cinematografiche, vuoi un po’ anche che non restava un cacchio per nessuno) i soldi non bastano più.
Ed è qui che esce la genialata: inserire marchi autoctoni nella pellicola, ad imperitura memoria e incrollabile sponsor.

“To Rome with Love” non è un film. Sembra una fiction di RaiDue. Anzi, di Mediaset. (Distribuisce Medusa)

Acqua Minerale San Benedetto (l’acqua che sa di primavera) in ogni tavolo, sia in camere d’albergo che nelle case dei romani.
Mille bottiglie di Passata Mutti (che polpa!) aperte e disseminate su un tavolo di un chilometro e mezzo, giusto per fare un decilitro di sughetto. Altrettante latte di polpa di pomodoro Mutti messe ad arte tutt’intorno.
Spumante Ferrari alla festa nella Villa romana, versato in modo che la marca resti sempre a favore camera, mai impallata da mani poco attente.
Fiat per le strade. La nuova 500, per la precisione. Una Punto Cabrio. Forse, anche una Croma. E via così.

E poi, insegne di locali che finiscono in inquadrature sapientemente sbilanciate.
Insomma, una Promo continua!

La pubblicità non si fa più per spot. Basta infilare il brand nei programmi TV o nei film.

È purtroppo una pratica in voga da secoli, lo so.
E forse non me ne sarei dispiaciuto poi così tanto, se il film non fosse stato una così stanca cartolina caricaturale di un’Italia che non esiste:
– i vigili sono gentili,
– la spesa si fa al mercato in ceste di vimini,
– le famiglie si riuniscono a pranzare e cenare insieme,
– non esistono gli smartphone,
– le mogli anziane sbraitano e brandiscono coltelli,
– quelle giovani si perdono in centro e non si preoccupano delle loro 12 ore di ritardo,
– Scamarcio parla barese,
– la lirica ed il mandolino sono ad ogni angolo di strada.

Le tre di notte, pressappoco.
L’iPhone sul comodino si illumina e comincia a vibrare.
Woody si sveglia di scatto, lo afferra sgangheratamente e risponde sbadigliando.

W: “Pronto?”

L: “Woody, ciao! Sono Lutile!”

W: “Lu-Lutile? Ma, hai idea di che ore siano q-qui a New York? Le le q-quattro passate! Ma roba da pazzi..!”

L: “No, le tre! Scusami, ma ti volevo dire che “To Rome with Love” mi ha proprio deluso. A parte le intuizioni felliniane* del cantante nella doccia e della “fama improvvisa del signore coglione qualunque” (per citarti Benigni), il film è veramente scarso!
Ma l’hai fatto scrivere ad uno stagista? Le storie non stanno in piedi da sole nemmeno con l’amido.
E poi che regia era quella? Anonima come una lettera di minacce all’Ufficio delle Imposte, cazzo!
Poi, scusami, ma Alec Baldwin non sa più recitare. Cosa gli è successo? È stanco come un elefante al circo di Moira Orfei.
E poi… Tu ci vedi veramente così? Spensierati e un poco ingenui? Provinciali, insomma? Ci vedi come provinciali? Ci vedi… O mio dio, non ci credo!
E poi, la Mastronardi! Ma perché? Cosa ti ha offerto il suo agente? Come hai potuto?
E poi…”

W: “Lutile, scu-scusa… Ma va a ‘mmorì ammazzato, va! All’anima de li mortacci tua!”

-click-

L: “Pronto? Pronto, Woody? Pronto…? Woody……? Te la sei presa?”

È vero: Roma cambia le persone.

*= Si ringrazia frappacchio

Informazioni su Lutile Idiota

Copy. But not paste.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a To Promo with Love. Gli sponsor a 16/9 nel film di Woody Allen.

  1. All’inizio il parlottare di Allen mi appariva quale la manifestazione dell’uomo oramai capace di contrapporsi alle proprie incertezze con una verbosità eccessiva, ma non risolutiva e fine a se stessa. Era un eroe del nostro tempo.
    Ora ho capito che è solo parlottare.

    Io Allen lo odio.
    E non recita male solo Baldwin: negli ultimi 10-15 anni tutti recitano male nei suoi film.

    • Lutile Idiota ha detto:

      Cara Lisette, sei una persona molto interessante. Per questo ti lascerô vivere. In altri tempi, avrei potuto uccidere x un commento come il tuo…

      Scherzi a parte, il Woody di oggi non è piû quello che mi commuoveva. Già da un pezzo.
      E soffro a pensarci.
      Forse odio anch’io ciô che è ora, se penso a quello che ho amato un tempo…

  2. ciku ha detto:

    allen è finito con misterioso omicidio a manhattan. per me, dico.

  3. C’era anche un giro in Vespa? Non ricordo, ho rimosso il film dalla mia memoria “da Boris” appena uscito dalla sala.

    Aaaaarriiiiivedeeeerci Rooomaaaa!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...