2. Le lettere segrete (sulla pubblicità) di Van Gogh. II episodio.

Milano, Settembre 1884.

Caro Theo,
alla fine ho accettato quel lavoro a Milano che ti dicevo.
Milano è una metropoli completamente nuova per me, diversa dalle città olandesi dove siamo cresciuti: non ci sono i coffee-shop. Ma esistono tanti parchetti con bella gente. E i Navigli mi ricordano Amsterdam.

Se tu fossi qui, saresti fiero di me: ora sono assunto come Art Director, con un contratto co-co-pro mini-stage-baby.
Non sapevo ci fossero contratti di questo tipo, in Italia. Ma mi hanno assicurato che crescerò in fretta. Tutto dipende da me.
Per ora ho un quarto del rimborso spese che mi spetterebbe e, se lavoro sodo, posso addirittura arrivare ad avere un rimborso completo. Lo spero tanto.
Qui la vita è cara. Non si cena mai. Si fanno solo aperitivi. Quindi, mangi poco e in piedi. Ma almeno non devi fare sempre la spesa.

Ieri ho lavorato al mio primo brief. Si trattava di una campagna su di una società assicurativa. Io ho disegnato un paesaggio di notte, con delle stelle grandissime che sovrastano le case. Ma quello stupido del copywriter non ha saputo scrivere un titolo adatto ad una tela così eccitante. Ha sostenuto più volte che non c’era “un concept linkato a quel visual”. Ora che si trova all’ospedale, forse si sta rendendo conto dell’idiozia che ha detto.
Quando tornerà in agenzia, gli chiederò scusa.

Intanto sto allacciando dei rapporti sempre più stretti con la bellissima receptionist. Penso di amarla. Le ho fatto un ritratto e ho intenzione di regalarglielo quando si deciderà a rivolgermi la parola.

Caro Theo, l’amore è una cosa meravigliosa.
Anche se qui i ritmi di lavoro sono duri, quando penso a lei mi pare di volare.
Spero di non aver preso il vaiolo. Anche perché non ho ancora l’indennità di malattia.
Ti abbraccio forte.
A presto.
Vincent.

———–

Non perdere la raccolta di tutte le lettere di Van Gogh sulla pubblicità!
la copertina

Informazioni su Lutile Idiota

Copy. But not paste.
Questa voce è stata pubblicata in Lettere e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a 2. Le lettere segrete (sulla pubblicità) di Van Gogh. II episodio.

  1. maurilio909 ha detto:

    Ma,sono stupende.Come fai ad averle?Che bella persona quel Vincent,tanto sensibile da esser un artista già solo per l’animo.

  2. marcoambrosi ha detto:

    Così impossibile, così vero…. (:o)
    Ho riso di retrogusto amaro.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...